Batti Justo Takayama Ukon, dalla Catalunya to Giappone



Takayama Ukon Beato Justo era un samurai giapponese che ha giocato un ruolo importante nella diffusione della spiritualità di S. Ignazio di Loyola. Piccolo si convertì al cristianesimo e fu battezzato con il nome latino di Justo, tutti questi cambiamenti non sono stati molto positivi lui socialmente come ha sofferto le conseguenze di Tokugawa che diffidavano i progressi presa dalla fede cristiana in Giappone.

1614, Tokugawa ha deciso di espellere tutti i missionari e ha vietato la pratica giapponese cristianesimo, ma Takayama ha abbandonato tutti i loro beni ed effetti fisici, ma non abbandonò la fede e ha lasciato il Paese verso le Filippine in quel momento era la Corona Spagnolo. Alcuni anni dopo si recò a Manila dove morì. Il suo compito lo ha reso un martire cause e c'erano diversi tentativi di beatificare fino al 2017 che la Conferenza episcopale giapponese è riuscito.

In occasione della questa beatificazione nel 2017, Santi e Maria Angeles, i missionari di oggi in Giappone, e con l'ansia di voler mettere il Beato nella sua culla, hanno contattato me giocare e compiere la sua culla in Giappone.

Attualmente il dipinto originale del Beato è sulla Cupola di Osaka in Giappone, ma come mi adentré in questo nuovo incarico è giunto alla Grotta di S. Ignazio di Manresa (Catalogna) dove v'è un mosaico in cui la figura del battere. Nel seguente "link" puoi leggere l'articolo di Vanguard in cui viene spiegata la storia di Takayama.

http://www.lavanguardia.com/cultura/20180710/45786281245/que-hace-un-samurai-en-el-mosaico-de-una-capilla-cristiana.html

Mercoledì 28 novembre 2018 figura è stato presentato al cardinale Osaka citato come dicendo, ha detto "E 'la figura più bella che ho visto finora sul beat" e permesso di esporre due alla Cupola di Osaka e disponibile chi vuole comprarli

Vescovo ausiliare Josep Maria Abella, un clarettiano di Lleida, era presente, e secondo traduttore, la consegna della figura che è stato fatto al Papa (Francisco), in Vaticano, dove ha detto che gli piaceva la scultura, ma specialmente che la spada del samurai era diventata una croce.